GRANDI OPERE

Libretti d'Opera

Opere in categoria: 3

Dizionario Enciclopedico della Musica e dei Musicisti

Opere in categoria: 3

Grande Dizionario Enciclopedico

Opere in categoria: 4

Musica in scena

Opere in categoria: 6

Il pensiero politico

Opere in categoria: 5

La religione

Opere in categoria: 6

Storia della filosofia

Opere in categoria: 4

APPENDICE XXI SECOLO

Oggi più che mai, l'Europa rappresenta la nostra patria e per sentirsi europei occorre conoscere, vivere e condividere radici culturali e valori. In particolare il 1 luglio 2014 è iniziato il semestre di presidenza del Consiglio Europeo dell’Italia, una delle nazioni fondatrici della CEE.

Appendice XXI secolo, l’insieme di strumenti editoriali che oggi UTET Grandi Opere presenta, nasce per questo: rendere europei i cittadini italiani del Terzo Millennio. Si tratta di 9 prestigiosi volumi:5 volumi dedicati alla Letteratura Europea e 4 volumi di Aggiornamento enciclopedico (dedicati rispettivamente ai grandi temi del secolo attuale, all’ambiente, ai personaggi e agli eventi più significativi dell’ultimo triennio) a cui hanno collaborato 190 autori per Letteratura Europea e 110 per l’Aggiornamento tra studiosi, specialisti e docenti universitari provenienti da università italiane ed europee, che hanno scritto e firmato, tra saggi e voci enciclopediche, oltre 1.000 testi.

Gli autori di questi volumi sono stati coordinati da quattro nomi di spicco della cultura italiana. Per Letteratura Europea i professori universitari, storici e critici della letteratura Piero Boitani e Massimo Fusillo; per i volumi tematici dell’Aggiornamento il sociologo Alberto Abruzzese (volume I grandi temi del secolo), e il filosofo della scienza Telmo Pievani (volume Ambiente e Società). Queste opere nel loro insieme costituiscono una vera e propria Appendice del XXI secolo che si pone l’obiettivo di aggiornare e completare ogni biblioteca pubblica o privata di noi cittadini d’Europa.

 

LETTERATURA EUROPEA

Una prestigiosa edizione e oltre 200 saggi firmati da 190 autori

Ciò che contraddistingue la Letteratura Europea di UTET Grandi Opere è senza dubbio l’autorevolezza dei contenuti. Sotto la direzione di due tra i maggiori specialisti in Italia di storia della letteratura, il professor Piero Boitani e il professor Massimo Fusillo, gli oltre 200 saggi in cui l’opera è strutturata sono tutti firmati da 190 autori di prestigio. Una garanzia di approfondimento, completezza ed esaustività, che solo UTET Grandi Opere può offrire.

Un viaggio nella letteratura europea attraverso i secoli

Il primo volume dell’opera, dal titolo Aree, tempi, movimenti, accompagna il lettore nel viaggio attraverso i secoli nella storia e nell’evoluzione della letteratura in Europa, partendo dal Medioevo e dalla nascita delle letterature volgari per arrivare ai fenomeni del modernismo e del post-modernismo.

Dall’epica alla sceneggiatura: tutti i generi della letteratura in Europa

Nel secondo volume - Generi letterari -  sono trattati per l’appunto i principali generi della letteratura, il loro sviluppo e diffusione in Europa attraverso i secoli.

Entrare nell’anima della letteratura europea: i grandi temi

Nella letteratura di tutti i tempi vengono trattati alcuni temi ricorrenti, espressione delle passioni comuni all’intera umanità: l’amore, la morte, lo spirito di avventura, il sogno, la natura … E’ proprio ai temi più trattati nella letteratura europea che è dedicato il terzo volume dell’opera dal titolo Grandi temi.

I capolavori dei grandi autori europei

Il percorso suggerito dal IV volume, dal titolo Capolavori, è il racconto della storia della letteratura del nostro continente attraverso la lettura critica di oltre 100 grandi testi, scelti e selezionati tra quelli più significativi che hanno contribuito a formare l’idea di una letteratura d’Europa.

La letteratura europea nelle altre arti e nelle scienze

Nel V volume, Letteratura, arti, scienze, si descrive l’articolato dialogo tra la letteratura europea e gli altri saperi, da quelli più classici come le arti visive, la musica, la filosofia, il teatro, a quelli più attuali del mondo contemporaneo tra cui la psicanalisi, la fotografia, il cinema, la televisione, la pubblicità, la moda, l’ecologia.

• Grande opera diretta da Piero Boitani, professore ordinario di Letterature comparate all’Università "La Sapienza" di Roma

e Massimo Fusillo, professore ordinario  di Critica letteraria e Letterature comparate all’Università dell’Aquila

• 5 volumi di formato  24x31 cm

• Oltre 2.400 pagine complessive

• Oltre 200 saggi scritti e firmati da 190 autori

 

Ampio apparato di note e riferimenti bibliografici, aggiornati alle più recenti acquisizioni, posti al termine di ogni saggio

• Ricco e spettacolare apparato iconografico di oltre 600 immagini complessive a piena e doppia pagina provenienti principalmente dall’archivio FMR

AGGIORNAMENTO 2015

Nell’era attuale siamo ormai sottoposti ad una sovraesposizione di notizie che spesso ottiene il risultato di disorientarci e confonderci. Soprattutto nel mare magnum della rete, possiamo avere difficoltà a selezionare le fonti realmente attendibili; inoltre le fruizioni web o televisiva, per loro natura veloci, non consentono una adeguata riflessione.

E’ per questo che oggi i 4 volumi di Aggiornamento enciclopedico ( I grandi temi del secolo, Ambiente e Società più 2 volumi alfabetici ) assumono  un ruolo fondamentale: offrire una sintesi autorevole e approfondita della realtà, in cui gli argomenti sono oggetto di una selezione ragionata.

Il volume I grandi temi del secolo, diretto da Alberto Abruzzese, è dedicato alla trattazione dei più significativi aspetti che caratterizzano oggi la vita di noi cittadini d’Europa e del mondo intero. In oltre trenta saggi, tutti firmati da autorevoli studiosi delle singole discipline, sono trattati i temi più scottanti come la politica, la società globale, le migrazioni; quelli più attuali come l’innovazione tecnologica, i social media, la realtà aumentata, per arrivare alla descrizione dell’evoluzione attuale di temi universali come l’amore, la felicità, la religione, le malattie, la famiglia, le arti.

Il volume Ambiente e Società, diretto dal filosofo della scienza Telmo Pievani, offre un panorama di approfondimenti che presenta lo stato dell’arte sul presente e sul futuro dell’ambiente e della sua influenza sugli aspetti del vivere sociale e quotidiano. Oltre venti saggi monografici, tutti firmati da specialisti del settore: le problematiche dell’inquinamento e dei rifiuti, il riscaldamento globale, gli eventi climatici estremi, la siccità. Ma anche le possibili soluzioni: l’agroecologia, lo sviluppo sostenibile, le economie alternative.

Gli ultimi  2 volumi dell’ Aggiornamento sono dedicati ai temi, i personaggi e gli eventi di attualità che hanno segnato la storia italiana, europea e mondiale nell’ultimo triennio. Volumi che costituiscono un prezioso strumento di informazione e aggiornamento personale, per essere al passo coi tempi in maniera più critica e approfondita.

La vertiginosa velocità con cui gli eventi si susseguono nella realtà contemporanea,ci porta spesso a non riuscire a collocare nel tempo con esattezza fatti, personaggi, situazioni. E’ per questo che nell’ultimo volume alfabetico  è riportata  anche una cronologia degli eventi più rilevanti dell’ultimo triennio: una utile “bussola” per orientarsi negli eventi più recenti.

volumi di formato 24x31 cm

2100 pagine complessive

110 autori

circa 800  testi tra saggi firmati e voci enciclopediche

Ricco e spettacolare apparato iconografico di oltre 500  immagini provenienti dagli archivi Contrasto (tra cui Magnum e Reuters)

Indice tematico (per i volumi I grandi temi del secolo e per Ambiente e Società)

 

 

 

 


3 volumi di grande formato. Pp. 1.800 (2008).


CULTURA DEL CIBO è una grande opera costituita da 4 volumi sulla storia del cibo e della alimentazione nel mondo diretta da Massimo Montanari, professore di Storia medievale e Storia dell’Alimentazione all’Università di Bologna. Massimo Montanari è coadiuvato nella direzione dalla professoressa Françoise Sabban, docente presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales di Parigi (volumi 1 e 2) e dal professor Alberto Capatti, già Rettore all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo (volume 3). Per l’approccio al tema della alimentazione e delle risorse naturali mondiali che presenta – storico e antropologico, scientifico, sociologico ed economico – Cultura del cibo è senza ombra di dubbio un’opera che poteva essere concepita solo nel nostro Paese, diventando simbolo di una delle nostre eccellenze. L’Italia è infatti l’unica nazione al mondo a cui la comunità mondiale riconosce il primato per competenza e autorevolezza in fatto di una sana ed equilibrata gestione delle risorse e delle abitudini alimentari. 

Cultura del cibo costituisce nel contempo un’opera di portata mondiale, realizzata con il contributo di 120 specialisti internazionali, che affronta il tema della alimentazione in tutte le culture; per questo dovrebbe essere tradotta e diffusa in tutti i Continenti, diventando il “manifesto” di un nuovo modo di concepire il rapporto con il cibo e l’alimentazione. Solo UTET Grandi Opere poteva consentire la nascita di un’opera con queste caratteristiche e con una tale valenza culturale, oltre che etica.

Le caratteristiche

Grande opera diretta dal professor Massimo Montanari, docente di Storia medievale

e Storia dell’alimentazione all’Università di Bologna. Massimo Montanari è coadiuvato nella direzione dell’opera dalla professoressa Françoise Sabban, docente presso l’Ecole des Hautes Etudes en Sciences

Sociales di Parigi (volumi 1 e 2) e dal professor Alberto Capatti, già Rettore all’Università di Scienze gastronomiche di Pollenzo (volume 3)

120 saggi firmati da 120 autori italiani e stranieri

4 volumi di grande formato cm 24x31

Elegante coperta in setalux

Carta Gardamatt da 170 grammi

2.000 pagine complessive

Oltre 500 spettacolari immagini

Ogni volume contiene un dettagliato Indice analitico e un’ampia Bibliografia di approfondimento

PIANO DEL’OPERA

Volume I

Storia del Cibo. Risorse, scambi, consumi

Volume II

Geografia del Cibo. Cucine del mondo

Volume III

L’Italia del cibo

Volume IV

Il cibo nelle arti e nella cultura


6 volumi di formato 17x23,5 cm con sovraccoperta e cofanetto singolo. Pp. 3.650. 2 DVD video (2007).

 


Diretta Niles Eldredge e Telmo Pievani. 6 volumi di formato 22,5x30 cm. 3.000 pagine complessive. 2.000 illustrazioni. Portfolio di 16 fotografie formato 30x40 cm.

 


8 volumi di complessive pp. 6.400.


EXPO 1851-2015  Storie e immagini delle Grandi Esposizioni è un volume dedicato da UTET Grandi Opere alla storia delle Esposizioni universali dalla loro nascita ad oggi, diretto dal professor Alberto Abruzzese, sociologo della comunicazione, già docente all’università IULM di Milano. Il volume è curato dal professor Luca Massidda, docente di Sociologia Urbana presso la Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno, Università di Camerino.

L’opera è strutturata in tre sezioni. La prima, dal titolo Storie, analizza l’importanza delle Grandi Esposizioni – da Londra 1851 a Shanghai 2010 – secondo diverse ottiche tematiche (dal lavoro alla scienza, alla tecnologia, all’arte, all’impatto architettonico, alla comunicazione). La seconda sezione, Geografie: le Grandi Esposizioni nel mondo e in Italia ripercorre la storia delle esposizioni secondo un criterio geografico – Europa, Americhe e Asia – dando particolare risalto all’Italia con le Esposizioni di Milano 1906, Torino 1911 e Roma 1942 (mai attuata a causa della guerra).

La terza sezione del volume, dal titolo Primo piano: Milano 2015, è dedicata all’Expo attuale, mettendone in luce la genesi, le problematiche progettuali, architettoniche ed espositive, l’importanza economica per Milano e per il sistema-Paese e il significato del tema “Nutrire il Pianeta, energia per la Vita” che costituisce l’asse culturale portante della manifestazione.

Il volume raccoglie 42 saggi, tutti firmati da studiosi che si sono già autorevolmente occupati del tema delle Grandi Esposizioni universali. Chiudono infine il volume alcune interviste a personaggi delle istituzioni della cultura  sul significato di Expo 2015 e il testo integrale della Carta di Milano.

Di grande formato 24x31 cm e di oltre 500 pagine, il volume offre una ampia e spettacolare sequenza di 256 immagini che oltre a possedere una valenza culturale e storica, rendono più attraente e piacevole la consultazione dell’opera, costituendo quasi un racconto a sé, un “volume nel volume”.

Le caratteristiche

Volume diretto dal professor Alberto Abruzzese, sociologo della comunicazione, già docente all’università IULM di Milano

Il volume è curato dal professor Luca Massidda, docente di Sociologia Urbana presso la Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno, Università di Camerino

42 saggi firmati da autorevoli studiosi e professionisti

Testo integrale della Carta di Milano

Dettagliato Indice dei nomi e dei luoghi

Grande formato 24x31 cm

 Elegante coperta in setalux

Carta Gardapatt 13 Kiara da 150 grammi

Oltre 500 pagine

256 spettacolari immagini

Il volume di UTET Grandi Opere Expo. 1851-2015 è accompagnato dalla medaglia celebrativa ufficiale dell’Expo 2015.

La medaglia è in nordicbrass (ottone nordico) ottenuto da metallo riciclato composto di rame e zinco. Questa lega consente di mantenere nel tempo il caratteristico colore oro e, essendo priva di nichel, non causa allergie. La medaglia è incassata nella terza di copertina del volume.

Di diametro di 32 mm e un peso di 13,10, gr.  la medagliaè stata ideata dai creatori dell’Euro Laura Cretara e Luc Luycx

 

 


5 volumi formato cm 24,5 x 30,5 per 2.600 pagine complessive, con immagini tratte dagli archivi militari. Eleganti coperte in setalux blu, con titoli e marchi impressi a caldo in color argento. 5 DVD Video ricchi di filmati, interviste e contributi storici (2009).


GIUBILEI

Per comprendere l’evento che da 700 anni segna la storia della nostra cultura

In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, UTET Grandi Opere rinnova il suo impegno nel campo della cultura realizzando un’opera editoriale di spessore enciclopedico, necessaria a comprendere pienamente il Giubileo in tutte le sue ampie e fondamentali sfaccettature. Uno strumento unico, una vera e propria impresa editoriale necessaria perché l’evento giubilare, nell’eccezionalità del suo essere per il presente, non ha senso senza la sua storia. Il volume GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura è dedicato infatti alla storia e alle innovazioni sociali, politiche, culturali e artistiche che uno dei più grandi eventi della cultura occidentale, il Giubileo, ha creato in oltre settecento anni, contribuendo a dare forma alla civiltà occidentale e alla nostra identità. Diretto dal professor Alberto Abruzzese, sociologo della comunicazione, già docente all’università IULM di Milano, e dal professor Andrea Pollarini, esperto del settore degli eventi e della progettazione culturale e docente presso lo IULM, il volume è curato dal professor Luca Massidda, docente di Sociologia Urbana presso la Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno, Università di Camerino.

34 saggi firmati da studiosi di prestigio

Per capire l’evento più importante dell’anno, il Giubileo Straordinario della Misericordia, UTET Grandi Opere per questo volume ha chiamato  a raccolta importanti autori fra i quali ricordiamo Padre Antonio Spadaro, Direttore della rivista “Civiltà Cattolica”, Vincenzo Vitiello, filosofo e docente di Filosofia Teoretica all’Università di Salerno, Franco Cardini, storico e docente all’Istituto Italiano di Scienze Umane, Lucetta Scaraffia, storica e giornalista, Paolo Ricca, teologo e docente presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, Derrik de Kerckhove, sociologo e docente all’Università Federico II di Napoli, Massimo Miglio, Presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo, Claudio Strinati, storico dell’arte e già soprintendente del Polo museale romano, Roberto Antonelli, accademico dei Lincei e docente di filologia romanza all’Università La Sapienza di Roma, Francesco Rutelli, senatore emerito ed ex sindaco di Roma, monsignor Mario Lusek, direttore dell’ufficio nazionale della CEI per la pastorale del turismo, sport e tempo libero, Angelo Scelzo, vicedirettore della Sala stampa della Santa Sede e monsignor Marco Frisina, compositore e direttore della Pontificia Cappella Musicale Lateranense.

Per una visione a 360°

Poiché il Giubileo della Misericordia trova il suo senso nella storia e in particolare nella storia dei Giubilei a partire da quello indetto da Bonifacio VIII nel 1300, il volume affronta il tema Giubilei non solo nella sua essenza di evento religioso, ma negli effetti sui popoli, sulla storia dell’arte e in tutti i campi della cultura e del costume. L’opera è strutturata in sei sezioni. La prima, dal titolo Il Giubileo Straordinario della Misericordia, analizza l’importanza dell’evento e le sue implicazioni nella società contemporanea. La seconda sezione, è dedicata alla storia dei Giubilei ed esplora l’evento partendo dalle radici ebraiche e seguendone l’excursus e l’evoluzione dal 1300 fino ai nostri giorni. La terza sezione, intitolata L’evento religioso, analizza le radici religiose e teologiche del Giubileo, la penitenza, il concetto di indulgenza, i simboli giubilari e le reliquie. Segue la sezione che affronta L’evento mondano, nel quale sono evidenziati  i risvolti economici e gli impatti sul mondo della comunicazione dei Giubilei, dalle prime narrazioni fino all’utilizzo dei nuovi media come Twitter. La quinta sezione dal titolo Il viaggioi pellegrini, esplora il fenomeno del pellegrinaggio nei secoli e di come, con la caduta di Gerusalemme, Roma ne prenda il posto come meta agognata e ideale dei fedeli. L’ultima sezione, Estetiche, descrive l’enorme impatto che il Giubileo ha avuto nei secoli sulla cultura, passando dalla letteratura (da Dante a Stendhal, da Petrarca a Pasolini), alla musica (da Giovanni Pierluigi da Palestrina a Franz Liszt, da Arcangelo Corelli fino a Ennio Morricone), dall’architettura (con i progetti romani di architetti rinascimentali e barocchi come Antonio e Giuliano da Sangallo, Bramante, Raffaello , Michelangelo, Bernini e Borromini), fino all’arte figurativa, dove l’elenco di artisti è veramente sterminato, iniziando da Giotto, coinvolto nel primo Giubileo della storia.

Il logo ufficiale del Giubileo Straordinario della Misericordia

Il volume Giubilei. Spiritualità, storia, cultura ha ricevuto dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione il logo ufficiale del Giubileo Straordinario della Misericordia.

L’ampia e spettacolare sequenza di immagini

Il grande formato del volume di cm 24x31 e la cura tipografica utilizzata nella stampa, non solo rendono più piacevole all’occhio la lettura, ma permettono la migliore visione dell’ampia e spettacolare sequenza di oltre 180 immagini che illustrano gli argomenti dell’opera completando gli scritti degli specialisti con fotografie tratte da importanti archivi nazionali ed internazionali. Un grande lavoro di ricerca e di selezione e la possibilità di usufruire di immagini di altissima qualità esaltano la valenza culturale e storica dei documenti fotografici e rendono ancora più attraente e piacevole la consultazione dell’opera, costituendo quasi un racconto a sé, un “volume nel volume”.

In ogni volume la medaglia dedicata al Giubileo della Misericordia

Ogni volume Giubilei. Spiritualità, storia, cultura è accompagnato e arricchito dalla medaglia-scultura celebrativa Misericordiosi come il padre, custodita in uno scasso di copertina e realizzata, su progetto artistico originale di un grande artista italiano, il maestro Giuliano Vangi, che ha realizzato sul recto l’immagine del Padre Misericordioso. Il maestro Patrizio Daniele, sul verso, ha raffigurato invece la Porta Santa che viene aperta all’inizio dell’anno giubilare. La medaglia è stata eseguita a fior di conio dai maestri dell’alto artigianato artistico italiano del laboratorio Picchiani e Barlacchi in Firenze in nordicbrass (lega di zinco e rame) del diametro di 37 mm.

Giuliano Vangi, scultore contemporaneo di fama mondiale, è l’artista che forse più di ogni altro ha affrontato nella sua poetica il rapporto tra l’uomo e il sacro. Per questo, la nostra Casa editrice gli ha commissionato il diritto della medaglia celebrativa del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco. La prima grande committenza di carattere religioso per Giuliano Vangi risale agli anni ’90, quando ottiene l’incarico di realizzare il Crocifisso ed il nuovo presbiterio della Cattedrale di Padova. A questo seguiranno numerosi monumenti collocati in contesti prestigiosi, come la statua di San Giovanni Battista situata a Firenze proprio vicino a Ponte Vecchio, il nuovo altare e ambone del Duomo di Pisa, una scultura un legno policromo per la Sala Italia del Senato (Roma, Palazzo Madama), un ambone in pietra garganica sul tema di Maria di Magdala per la chiesa di Padre Pio in San Giovanni Rotondo (FG) dedicata a Padre Pio. L’opera più famosa di tema ecclesiastico di Giuliano Vangi è la grande scultura “Varcare la soglia”, posta all’entrata dei Musei Vaticani in occasione del Grande Giubileo del 2000 e ispirata a Giovanni Paolo II e da lui personalmente inaugurata il 7 febbraio 2000.

Patrizio Daniele è allievo ed erede della più importante artista italiana della medaglia, Laura Cretara, e ha realizzato negli anni medaglie e monete per il Comune di Roma, il Senato della Repubblica e le medaglie per i Mondiali di Nuoto. I suoi lavori sono stati esposti in occasioni di importanti mostre al Museo della Scuola dell’Arte della Medaglia, al Vittoriano, al Museo numismatico della Zecca e alla World Money Fair di Berlino. Negli ultimi anni ha realizzato per il Vaticano varie opere tra cui ricordiamo la Moneta commemorativa in occasione della XLIII giornata Mondiale della Pace, la monetazione divisionale per commemorare il decimo anniversario dell’entrata dell’Euro, la moneta da 2 euro per la Sede Vacante, per la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro e la moneta su Michelangelo scultore. Proprio per la sua prolifica attività per il Vaticano ART’E’ lo ha scelto per realizzare il rovescio della medaglia commemorativa del Giubileo. Vive e lavora a Roma.

 

GIUBILEI

Spiritualità, storia, cultura

 

Diretto da Alberto Abruzzese e Andrea Pollarini

A cura di Luca Massidda

Volume di grande formato 24x31 cm

450 pagine

180 immagini a piena pagina stampate su carta Gardamatt di  150 gr.

Elegante coperta in Fine linen

34 saggi firmati da autorevoli studiosi e professionisti

Ogni volume è accompagnato dalla medaglia-scultura  “Misericordiosi come il Padre”, custodita in uno scasso di copertina e realizzata su progetto artistico originale del maestro Giuliano Vangi, che ha realizzato sul recto l’immagine del Padre misericordioso e il maestro Patrizio Daniele  che, sul verso, ha creato l’immagine della Porta Santa. La medaglia, in nordicbrass e del diametro di 37 mm, è stata eseguita a fior di conio dai maestri dell’alto artigianato artistico italiano del laboratorio Picchiani e Barlacchi in Firenze 


7 volumi. Pp. 4.600. Direttore scientifico M. Isnenghi. Oltre 300 autori (2008).


2 volumi pp. 1.828. Seconda ediz. (1997).


3 volumi. Pp. 1.800. 4 DVD Video in cofanetto (2008).


Grande opera diretta da Luigi Luca Cavalli Sforza. 12 volumi di formato 24x30 cm. Pp. 8.000 complessive. 4.000 immagini e 1.000 illustrazioni. Elegante coperta in pelle e setalux.

 


4 volumi articolati in 6 tomi di formato 17x24 cm  rilegati in setalux con impressioni in argento su piatto e dorso. Pp. 2.800 complessive (2010).

 


Una grande opera sulla Letteratura Europea in 5 volumi diretta da Piero Boitani e Massimo Fusillo.