GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura


GIUBILEI

Per comprendere l’evento che da 700 anni segna la storia della nostra cultura

In occasione del Giubileo Straordinario della Misericordia, UTET Grandi Opere rinnova il suo impegno nel campo della cultura realizzando un’opera editoriale di spessore enciclopedico, necessaria a comprendere pienamente il Giubileo in tutte le sue ampie e fondamentali sfaccettature. Uno strumento unico, una vera e propria impresa editoriale necessaria perché l’evento giubilare, nell’eccezionalità del suo essere per il presente, non ha senso senza la sua storia. Il volume GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura è dedicato infatti alla storia e alle innovazioni sociali, politiche, culturali e artistiche che uno dei più grandi eventi della cultura occidentale, il Giubileo, ha creato in oltre settecento anni, contribuendo a dare forma alla civiltà occidentale e alla nostra identità. Diretto dal professor Alberto Abruzzese, sociologo della comunicazione, già docente all’università IULM di Milano, e dal professor Andrea Pollarini, esperto del settore degli eventi e della progettazione culturale e docente presso lo IULM, il volume è curato dal professor Luca Massidda, docente di Sociologia Urbana presso la Scuola di Architettura e Design di Ascoli Piceno, Università di Camerino.

34 saggi firmati da studiosi di prestigio

Per capire l’evento più importante dell’anno, il Giubileo Straordinario della Misericordia, UTET Grandi Opere per questo volume ha chiamato  a raccolta importanti autori fra i quali ricordiamo Padre Antonio Spadaro, Direttore della rivista “Civiltà Cattolica”, Vincenzo Vitiello, filosofo e docente di Filosofia Teoretica all’Università di Salerno, Franco Cardini, storico e docente all’Istituto Italiano di Scienze Umane, Lucetta Scaraffia, storica e giornalista, Paolo Ricca, teologo e docente presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, Derrik de Kerckhove, sociologo e docente all’Università Federico II di Napoli, Massimo Miglio, Presidente dell’Istituto Storico Italiano per il Medioevo, Claudio Strinati, storico dell’arte e già soprintendente del Polo museale romano, Roberto Antonelli, accademico dei Lincei e docente di filologia romanza all’Università La Sapienza di Roma, Francesco Rutelli, senatore emerito ed ex sindaco di Roma, monsignor Mario Lusek, direttore dell’ufficio nazionale della CEI per la pastorale del turismo, sport e tempo libero, Angelo Scelzo, vicedirettore della Sala stampa della Santa Sede e monsignor Marco Frisina, compositore e direttore della Pontificia Cappella Musicale Lateranense.

Per una visione a 360°

Poiché il Giubileo della Misericordia trova il suo senso nella storia e in particolare nella storia dei Giubilei a partire da quello indetto da Bonifacio VIII nel 1300, il volume affronta il tema Giubilei non solo nella sua essenza di evento religioso, ma negli effetti sui popoli, sulla storia dell’arte e in tutti i campi della cultura e del costume. L’opera è strutturata in sei sezioni. La prima, dal titolo Il Giubileo Straordinario della Misericordia, analizza l’importanza dell’evento e le sue implicazioni nella società contemporanea. La seconda sezione, è dedicata alla storia dei Giubilei ed esplora l’evento partendo dalle radici ebraiche e seguendone l’excursus e l’evoluzione dal 1300 fino ai nostri giorni. La terza sezione, intitolata L’evento religioso, analizza le radici religiose e teologiche del Giubileo, la penitenza, il concetto di indulgenza, i simboli giubilari e le reliquie. Segue la sezione che affronta L’evento mondano, nel quale sono evidenziati  i risvolti economici e gli impatti sul mondo della comunicazione dei Giubilei, dalle prime narrazioni fino all’utilizzo dei nuovi media come Twitter. La quinta sezione dal titolo Il viaggioi pellegrini, esplora il fenomeno del pellegrinaggio nei secoli e di come, con la caduta di Gerusalemme, Roma ne prenda il posto come meta agognata e ideale dei fedeli. L’ultima sezione, Estetiche, descrive l’enorme impatto che il Giubileo ha avuto nei secoli sulla cultura, passando dalla letteratura (da Dante a Stendhal, da Petrarca a Pasolini), alla musica (da Giovanni Pierluigi da Palestrina a Franz Liszt, da Arcangelo Corelli fino a Ennio Morricone), dall’architettura (con i progetti romani di architetti rinascimentali e barocchi come Antonio e Giuliano da Sangallo, Bramante, Raffaello , Michelangelo, Bernini e Borromini), fino all’arte figurativa, dove l’elenco di artisti è veramente sterminato, iniziando da Giotto, coinvolto nel primo Giubileo della storia.

Il logo ufficiale del Giubileo Straordinario della Misericordia

Il volume Giubilei. Spiritualità, storia, cultura ha ricevuto dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione il logo ufficiale del Giubileo Straordinario della Misericordia.

L’ampia e spettacolare sequenza di immagini

Il grande formato del volume di cm 24x31 e la cura tipografica utilizzata nella stampa, non solo rendono più piacevole all’occhio la lettura, ma permettono la migliore visione dell’ampia e spettacolare sequenza di oltre 180 immagini che illustrano gli argomenti dell’opera completando gli scritti degli specialisti con fotografie tratte da importanti archivi nazionali ed internazionali. Un grande lavoro di ricerca e di selezione e la possibilità di usufruire di immagini di altissima qualità esaltano la valenza culturale e storica dei documenti fotografici e rendono ancora più attraente e piacevole la consultazione dell’opera, costituendo quasi un racconto a sé, un “volume nel volume”.

In ogni volume la medaglia dedicata al Giubileo della Misericordia

Ogni volume Giubilei. Spiritualità, storia, cultura è accompagnato e arricchito dalla medaglia-scultura celebrativa Misericordiosi come il padre, custodita in uno scasso di copertina e realizzata, su progetto artistico originale di un grande artista italiano, il maestro Giuliano Vangi, che ha realizzato sul recto l’immagine del Padre Misericordioso. Il maestro Patrizio Daniele, sul verso, ha raffigurato invece la Porta Santa che viene aperta all’inizio dell’anno giubilare. La medaglia è stata eseguita a fior di conio dai maestri dell’alto artigianato artistico italiano del laboratorio Picchiani e Barlacchi in Firenze in nordicbrass (lega di zinco e rame) del diametro di 37 mm.

Giuliano Vangi, scultore contemporaneo di fama mondiale, è l’artista che forse più di ogni altro ha affrontato nella sua poetica il rapporto tra l’uomo e il sacro. Per questo, la nostra Casa editrice gli ha commissionato il diritto della medaglia celebrativa del Giubileo Straordinario della Misericordia indetto da Papa Francesco. La prima grande committenza di carattere religioso per Giuliano Vangi risale agli anni ’90, quando ottiene l’incarico di realizzare il Crocifisso ed il nuovo presbiterio della Cattedrale di Padova. A questo seguiranno numerosi monumenti collocati in contesti prestigiosi, come la statua di San Giovanni Battista situata a Firenze proprio vicino a Ponte Vecchio, il nuovo altare e ambone del Duomo di Pisa, una scultura un legno policromo per la Sala Italia del Senato (Roma, Palazzo Madama), un ambone in pietra garganica sul tema di Maria di Magdala per la chiesa di Padre Pio in San Giovanni Rotondo (FG) dedicata a Padre Pio. L’opera più famosa di tema ecclesiastico di Giuliano Vangi è la grande scultura “Varcare la soglia”, posta all’entrata dei Musei Vaticani in occasione del Grande Giubileo del 2000 e ispirata a Giovanni Paolo II e da lui personalmente inaugurata il 7 febbraio 2000.

Patrizio Daniele è allievo ed erede della più importante artista italiana della medaglia, Laura Cretara, e ha realizzato negli anni medaglie e monete per il Comune di Roma, il Senato della Repubblica e le medaglie per i Mondiali di Nuoto. I suoi lavori sono stati esposti in occasioni di importanti mostre al Museo della Scuola dell’Arte della Medaglia, al Vittoriano, al Museo numismatico della Zecca e alla World Money Fair di Berlino. Negli ultimi anni ha realizzato per il Vaticano varie opere tra cui ricordiamo la Moneta commemorativa in occasione della XLIII giornata Mondiale della Pace, la monetazione divisionale per commemorare il decimo anniversario dell’entrata dell’Euro, la moneta da 2 euro per la Sede Vacante, per la Giornata Mondiale della Gioventù di Rio de Janeiro e la moneta su Michelangelo scultore. Proprio per la sua prolifica attività per il Vaticano ART’E’ lo ha scelto per realizzare il rovescio della medaglia commemorativa del Giubileo. Vive e lavora a Roma.

 

GIUBILEI

Spiritualità, storia, cultura

 

Diretto da Alberto Abruzzese e Andrea Pollarini

A cura di Luca Massidda

Volume di grande formato 24x31 cm

450 pagine

180 immagini a piena pagina stampate su carta Gardamatt di  150 gr.

Elegante coperta in Fine linen

34 saggi firmati da autorevoli studiosi e professionisti

Ogni volume è accompagnato dalla medaglia-scultura  “Misericordiosi come il Padre”, custodita in uno scasso di copertina e realizzata su progetto artistico originale del maestro Giuliano Vangi, che ha realizzato sul recto l’immagine del Padre misericordioso e il maestro Patrizio Daniele  che, sul verso, ha creato l’immagine della Porta Santa. La medaglia, in nordicbrass e del diametro di 37 mm, è stata eseguita a fior di conio dai maestri dell’alto artigianato artistico italiano del laboratorio Picchiani e Barlacchi in Firenze 

GIUBILEI. Spiritualità, storia, cultura

 

Attraverso l'invio di questo form puoi richiedere informazioni sulle Opere presenti su questo Catalogo

Nome Opera(*)

Nome(*)

Cognome(*)

Provincia(*)

Citta'(*)

CAP(*)

Indirizzo(*)

Recapito telefonico(*)

E-mail(*)

Messaggio

Informativa sulla privacy
(*)

Ai sensi dell'art. 13 del D.Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali), UTET Grandi Opere SpA con sede in Lungo dora Pietro Colletta, n. 67 10153 Torino, e Cose belle d’Italia SpA Via Lanzone 31, 20123 Milano (controllante della società UTET Grandi Opere SpA), entrambi in qualità di autonomi titolari del trattamento desiderano informarLa di quanto segue. I dati da Lei liberamente forniti verranno trattati dai Titolari del trattamento a) per fornirLe i servizi richiesti e b) solo con il Suo espresso consenso, per l’invio di successive informazioni commerciali mediante modalità tradizionali o automatizzate (es. posta elettronica o telefono) relative alle attività, servizi, iniziative e promozioni di UTET Grandi Opere SpA e di Cose Belle d’Italia SpA. Il conferimento dei dati è libero, tuttavia il mancato conferimento non permetterà di adempiere a quanto da Lei richiesto. I Suoi dati non saranno diffusi; potranno essere da noi comunicati esclusivamente a società che svolgono attività di assistenza alle società titolari del trattamento e connesse all’esercizio del servizio richiesto. Qualora intendesse esercitare i diritti di cui all’art. 7 D. Lgs. 196/2003, tra cui avere conferma dei dati trattati dai Titolari del Trattamento, o volesse aggiornarli o opporsi al loro trattamento, potrà rivolgersi direttamente ai singoli Titolari del trattamento dati UTET Grandi Opere SpA, concessionario del marchio Art’è Ragazzi - Lungo Dora Pietro Colletta n. 67, 10153 Torino oppure Cose Belle d’Italia SpA - Via Lanzone 31, 20123 Milano.

(*) Campi obbligatori