La Costituzione italiana e il Palazzo della Consulta

Descrizione

Il volume La Costituzione italiana e il Palazzo della Consulta, pubblicato sotto l’egida della Corte costituzionale, in occasione del settantesimo anniversario della Costituzione italiana, è un invito a leggere la nostra Costituzione e a comprenderne la genesi, l’attualità e la proiezione verso il futuro attraverso le considerazioni di un testimone di assoluta autorevolezza: Paolo Grossi, eminente storico del diritto nonché giudice e Presidente della Corte costituzionale, di cui è oggi Presidente Emerito, è il curatore dell’intero volume.

L’opera contiene il testo della Costituzione della Repubblica Italiana, con una introduzione del curatore e saggi dello stesso professor Paolo Grossi e  del professor Giuseppe Galasso – recentemente scomparso – che illustrano il contesto storico-giuridico in cui nacque la Costituzione Italiana.

Un saggio del professor Paolo Portoghesi affronta infine il quadro storico-artistico e l’analisi architettonica del Palazzo della Consulta, luogo dove la Corte costituzionale svolge la sua funzione, non casualmente posto accanto alla sede della Presidenza della Repubblica, il Palazzo del Quirinale.

Le caratteristiche

L’opera è stata realizzata in tiratura limitata e numerata di mille esemplari, novecentosettantacinque contrassegnati da numeri arabi da 1/975 a 975/975 e venticinque contrassegnati da numeri romani da I/XXV a XXV/XXV.  Una tiratura di venti esemplari contraddistinti dalle lettere dalla A alla V è destinata a rappresentanti delle istituzioni, autori e artefici dell’opera.

Il volume è composto da 320 pagine nel formato chiuso di cm 32,5 x 45.

Il corpus iconografico è composto da 183 immagini, 100 delle quali frutto di una campagna esclusiva del fotografo d’arte Francesco Piras, che sono state stampate a cinque colori su carta Gardamatt da 200 grammi delle Cartiere del Garda. 

La qualità delle carte utilizzate e della stampa, la legatura artigianale e la presenza di 38 tavole applicate manualmente, conferiscono ulteriore valore all’opera.

Le tavole applicate manualmente sul volume sono state stampate a quattro colori in numero di 20 su carta Modigliani Candido da 145 grammi delle Cartiere Cordenons e in numero di 18 su carta patinata Gardamatt da 135 grammi delle Cartiere del Garda.

Tutte le immagini sono state elaborate in fotolito nel laboratorio di Mirco Cestari e Gianni Cevenini in Bologna.

Tutte le rimanenti immagini e i testi, composti in caratteri bodoniani, sono stati stampati su carta Canaletto Grana Grossa da 160 grammi delle Cartiere Cordenons presso la Stamperia di Lamberto Pigini in Loreto.

La cucitura, la legatura e la copertina in pregiata pelle naturale di vitello, tinta alla botte in color blu, sono state eseguite con procedimento manuale presso la legatoria Arte del Libro in Todi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La Costituzione italiana e il Palazzo della Consulta”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *